Home » Innovazione & Nuovi prodotti » Ossigenoterapia: cos’è e perché farla
Innovazione & Nuovi prodotti

Ossigenoterapia: cos’è e perché farla

min_-alina03

Non ha effetti collaterali, rivitalizza la pelle e il risultato è un viso disteso e luminoso. Abbiamo chiesto all’esperto di spiegarci uno dei trattamenti estetici più desiderati

Ossigenoterapia: che cos’è? I trattamenti all’ossigeno ad alta concentrazione sono il frutto di uno studio statunitense e prevedono di impiegare l’ossigeno per rivitalizzare e nutrire la pelle. «Con l’avanzare dell’età il corpo umano perde la sua capacità di conservare adeguatamente e utilizzare l’ossigeno al fine di stimolare la crescita e la vitalità di nuove cellule – spiega Sergio Noviello, presidente Simoe-Società italiana medici chirurghi e operatori dell’estetica – in assenza di un corretto apporto di ossigeno a livello intracellulare, infatti, le cellule del derma e dell’epidermide invecchiano prematuramente».

Dati alla mano, l’ossigenoterapia è uno dei trattamenti estetici più richiesti in rete. Ma di cosa si tratta? E perché farla? Abbiamo chiesto a due esperti di spiegarci i benefici dell’ossigeno e la bella notizia è che non ci sono effetti collaterali. Una procedura non invasiva, insomma, che risponde ai desideri delle donne: combattere l’invecchiamento cutaneo e dare al viso un aspetto radioso, fresco e assolutamente non chirurgico.

L’ossigenoterapia è il trattamento delle trentenni e delle quarantenni che sembrano eternamente young. Effetto Jennifer Aniston, per intenderci. E da non confondere con la procedura utilizzata dall’estetista per veicolare sostanze cosmetiche e farle arrivare più in profondità. Ma vediamo nel dettaglio.

COS’È: «I trattamenti all’ossigeno ad elevata concentrazione sono in grado di impiegare in modo rivoluzionario ossigeno puro per detossificare, nutrire e rivitalizzare le cellule della pelle», spiega Sergio Noviello, presidente Simoe-Società italiana medici chirurghi e operatori dell’estetica.

A CHI È ADATTA: «L’ossigenoterapia viene impiegata con risultati apprezzabili nel trattamento dell’acne, questo perché la pelle presenta delle lesioni che veicolano l’ossigeno all’interno dei tessuti permettendogli di agire – spiega Alberto Massirone, presidente della Società di medicina a indirizzo estetico Agorà-Amiest (il 17 ottobre a Milano si terrà il 17° Congresso Internazionale) – ma viene impiegato anche come anti-invecchiamento. In questo caso, visto che l’epidermide agisce come una barriera, è necessario che vengano fatte delle microabrasioni sullo strato corneo così che l’ossigeno possa agire in profondità».

COME FUNZIONA: «Il trattamento prende inizio con una delicata esfoliazione che determina la rimozione di cellule dello strato corneo, che sono senza nucleo e prive di alcuna vitalità – spiega Noviello – segue l’applicazione di una soluzione specifica per detergere e tonificare la cute, che così preparata viene sottoposta ad un processo di idratazione osmotica che culmina con una maschera arricchita di vitamine. Completato il processo di idratazione mediante una apparecchiatura iperbarica specifica viene veicolato negli strati più profondi della cute ossigeno puro ad elevata concentrazione insieme ad acido jaluronico, vitamine A, C ed E, aminoacidi e un pool di 87 oligoelementi minerali».

I BENEFICI: L’ossigenoterapia aumenta il collagene e l’elastina. La pelle risulta più luminosa anche perché c’è un mini effetto schiarente e il viso sembra più disteso.

QUANTE SEDUTE: «Bisogna considerare che il turnover cellulare dura 28/35 giorni per cui poi potrebbero essere necessarie più sedute – afferma il dottor Alberto Massirone – la terapia completa, in ogni caso, dura tra le 4 e le 5 sedute a un costo di 60/80 euro l’una».

Fonte: glamour.it

Contattaci per avere ulteriori informazioni